Giochiamo con il Medioevo

Dopo il grande successo del laboratorio e del lapbbok dei dinosauri, Sybille Kramer e Daniela Valente ci presentano il loro nuovo lavoro. Questa volta giochiamo ed impariamo con il Medioevo, un periodo lungo e ricco di soggetti cari ai nostri bambini come cavalieri e principesse.

Per i bambini dai 3 ai 6 anni, Sybille ha preparato un laboratorio per  dare l’occasione ai bambini, che già conoscono i personaggi medioevali grazie a fiabe e racconti, di trascorrere tante ore “in compagnia” di damigelle, paggi, cavalieri e altri personaggi che vivono e lavorano nel castello e raccontare, ma anche inventare, tante storie emozionanti, offrendo anche proposte creative.

Ecco che allora potremo costruire insieme ai bambini delle piccole storie, 6 minibook da colorare e montare, che ci porteranno dentro al castello, per conoscerne gli abitanti e gli usi e costumi dell’epoca medioevale.

i minilibri da colorare, costruire e leggere insieme

Conosciuti i personaggi, ci divertiremo a creare dei personaggi 3D a cui far vivere delle splendide avventure, inventate dai noi.

Troviamo poi gli immancabili giochi DIY da costruire prima per poi giocare in famiglia: il BINGO dei personaggi del Medioevo e l’avventura “Sir Ken e il drago”.

Ma non è finita qui!

Insieme al laboratorio, troviamo il kit delle attività ideato da Daniela Valente con tante simpatiche schede da stampare per giocare, creare e imparare insieme dalla matematica al pregrafismo, all’uso di colla e forbici per costruire corone e personaggi.

Troverete infine le minicard del Medioevo con cui giocare ad inventare storie, stimolando il linguaggio e il vocabolario dei bambini.

Clicca e scarica il Laboratorio e Kit del Medioevo 3-6 anni

Clicca sull’immagine

ora in offerta

E se il tuo bambino ha più di 6 anni vieni a scoprire il Lapbook e Kit del Medioevo 6+.

Clicca sull’immagine

Sostieni il sito comprando da qui

a te non costa nulla e noi guadagneremo una piccola commissioni che ci aiuterà a mantenere il sito.

Clicca l’immagine per leggere l’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *